[Agenda Pisauro | Europa] Un’Europa dei cittadini

basememeEUR-BLOG

L’integrazione dell’Europa ha portato grandi benefici ai suoi popoli, ma la crisi ha reso evidente che è necessaria una svolta nelle politiche e nelle istituzioni europee, a partire da ribadire la centralità dei cittadini nell’Unione Europea. Un’unione monetaria prima che istituzionale ha chiaramente mostrato negli ultimo cinque anni tutti i suoi limiti.

L’attuale assetto della UE, infatti, predilige le elités finanziarie e politiche e favorisce i paesi più forti. Noi sogniamo un’Europa diversa, che metta al centro la difesa dei più deboli e uno sviluppo equo e sostenibile, un’Europa che appartenga prima di tutto agli Europei tutti, nello spirito del Manifesto di Ventotene.

L’attuale crisi economica ha mostrato le carenze e le contraddizioni della costruzione dell’unione monetaria senza gli strumenti per una politica democratica ed efficace di governo a livello europeo. L’Unione Europea ha visto approfondirsi al suo interno le divisioni tra paesi centrali e paesi periferici e ridurre la legittimità della sua stessa esistenza presso gli europei. Le sue classi dirigenti hanno mostrato assenza di visione e subalternità a modelli e schematismi ideologici neoliberali, ormai logori. La strategia dell’austerità, imposta per fronteggiare la crisi, ha strozzato le economie, aumentato le diseguaglianze economiche e sociali tra gli stati membri e all’interno dei singoli stati, non sono riuscite a stimolare la crescita economica o lo sviluppo sociale. In questo contesto il premier Monti afferma che lo schema destra-sinistra è ormai obsoleto e che “Dio ce ne scampi” se la politica europea dovesse assomigliare di più a quella nazionale. Noi la pensiamo diversamente.

Noi pensiamo che l’Unione Europea debba modificare le proprie istituzioni perché possano emergere linee politiche diverse dalle attuali, sulle quali i cittadini europei siano chiamati a pronunciarsi. Noi vogliamo che l’Europa evolva in senso democratico e federale: solo così potrà dotarsi di un governo legittimato da tutti i suoi cittadini, che faccia fronte ai problemi del presente. Noi abbiamo un progetto di Europa sociale, solidale e democratica. E, da italiani, pensiamo che gli italiani all’estero abbiano un ruolo importante, perché vivono la “condizione europea” in prima persona.

Queste le proposte per le quali ci battiamo:

  • La convocazione di un’Assemblea Costituente europea, incaricata della revisione dei Trattati, che dia all’Europa un assetto compiutamente democratico e che rendano possibili politiche sociali coordinate a livello europeo;
  • Ribadire la centralità del Parlamento Europeo, che deve diventare organo decisionale vincolante ed espressione della sovranità del popolo europeo.
  • Lelezione diretta del Presidente del Consiglio Europeo e del Presidente della Commissione.
  • Maggiore coordinamento e collaborazione tra Parlamenti Nazionali e Parlamento Europeo – la circoscrizione estero ha in questo senso un ruolo decisivo

One response to “[Agenda Pisauro | Europa] Un’Europa dei cittadini

  1. Pingback: L’Agenda Pisauro | Andrea Pisauro·

Commento

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.