Sviste ed illusioni nel giudizio su SEL di un militante ingroiano (all’estero)

Se del senno di poi son piene le fosse, di luoghi comuni sono pieni i commenti politici. Uno di questi riguarda il fatto che Sinistra Ecologia e Libertà, il partito per cui sono candidato nella ripartizione Europa, sia un partito dalla fumosa identità di sinistra, amico del nuovo in quanto tale, privo di riferimenti concettuali nell’analisi sociale, “di classe”, che appartiene solo a chi ha ancora in mano il sacro scettro dell’ideologia.

Capita cosi all’amico e compagno Simone Rossi, di scrivere un pezzo di commento al recente incontro di presentazione della mia candidatura a Londra per criticarmi, senza peraltro nominarmi, per avere“narrato” una dinamica di emigrazione fondata sulla retorica della “meglio gioventù” fuggita dall’Italia peggiore. Non mi preme affatto di aprire un fronte polemico con Simone, in primis perchè trovo che entrambi ci troviamo dallo stesso lato della barricata, tra quelli che credono che ci sia un oggettivo conflitto sociale acuito dalla crisi, ma vorrei cogliere l’occasione per precisare quanto ho detto nell’incontro citato.

Io ho parlato chiaramente di due componenti del fenomeno migratorio più recente, della cosiddetta nuova emigrazione di giovani italiani. E dopo avere citato quella “componente di forza lavoro ad alta scolarità impiegata in ambito accademico e nelle professioni liberali” a cui sento di appartenere in virtù della mia natura di dottorando, ho parlato chiaramente dell’esistenza di un fenomeno migratorio su basi economiche e di diversificata estrazione sociale (laureati e non) che nelle secche della crisi non ha trovato in Londra e nel Regno Unito quella terra promessa che era lecito attendersi sulla base di una narrazione puramente “modernista” che vede nell’Italia un paese arretrato perchè incapace di premiare il merito, ma disconosce la questione sociale che parimenti lo attanaglia.

D’altronde, io non ho mai abbandonata l’ideologia marxista leninista perchè non l’ho mai abbracciata, avendo scelto per tempo la cultura socialista e socialdemocratica che certamente fa dell’analisi della società uno dei suoi punti fondanti. Nel mio pantheon non trovano agevolmente spazio Gandhi, Steve Jobs e, Bono Vox, ma Filippo Turati, Gramsci e perché no Baumann. Le soluzioni che trovo dunque alle problematiche delle fasce meno avvantaggiate riguardando le politiche macroecomiche di redistribuzione e quelle sociali di welfare e assistenza a chi ha meno.

Non so se è abbastanza per chi propugna una molto più fumosa Rivoluzione Civile dai contorni inquietanti laddove lambisce il populismo giustizialista di matrice destrorsa che tanti danni ha arrecato alla sinistra italiana. La realtà è che l’analisi della società e dei ceti di riferimento da rappresentare e difendere è un tratto su cui l’alleanza di Ingroia, a partire dal suo rappresentante, ha le idee alquanto confuse.

La scelta di SEL di correre in alleanza col PD discende da due ordini di considerazioni, entrambe frutto di dilanianti mal di pancia tra militanti ed elettori per nulla affabulati dalla retorica nuovista: la prima è la considerazione sulla natura del PD di Bersani e dell’evoluzione impressa dalla svolta neosocialista di Fassina e Co, tuttora incompiuta ma che porta il maggior partito della sinistra italiana su posizioni infinitamente più avanzate della terza via fuori tempo massimo di Veltroni. La seconda discende dalla concreta assenza di alternative al tentativo (che si badi bene, in quanto tale può anche fallire) di cambiare le cose dal governo del paese, in un momento in cui questo è l’unico organo democraticamente scelto (seppur indirettamente) che sia in grado di incidere nei processi europei alla base dell’attuale situazione di crisi. Invito pertanto i compagni e le compagne di Rifondazione Comunista a cogliere l’occasione per un voto politicamente orientato allo spostare a sinistra l’asse della coalizione e del paese scegliendo Sinistra Ecologia e Libertà alle prossime elezioni, e di continuare un dialogo proficuo nelle battaglie di tutti i giorni.

Annunci

Commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...